Una cameretta in stile Montessori deve essere funzionale per l’apprendimento dell’indipendenza e per arredarla bisogna partire da  un concetto che sembra scontato, ma non lo è per niente:
la vita del bambino deve essere a portata del bambino. 

Invece molte volte ci prepariamo all’arrivo del bebè comprando innumerevoli cose per farlo sentire a suo agio ragionando però con la nostra mente e proporzioni da “adulti”, non è detto che facciamo tutto bene se prepariamo l’ambiente dei più piccoli pensando solo ad accumulare oggetti che piacciono a noi grandi.
Negli ultimi anni si parla molto del “Metodo Montessori” e sicuramente avete già letto ed addocchiato molti articoli e ispirazioni che seguono questo stile pedagogico. 

Oggi noi vogliamo  spendere due parole per capire al meglio le basi essenziali dello stile Montessori e riportarle nell’arredamento e nella preparazione di una cameretta per bambini.

 

Prima di ricercare complementi e decorazioni sofisticate per la cameretta dei bambini, dovremmo riflettere sul ruolo del genitore in rapporto alle esigenze del bambino. Le decisioni in merito alla scelta sull’arredamento e sulla decorazione dell’ambiente discendono da questa riflessione.

In questo modo saremo in grado di commisurare le scelte in funzione dell’età e delle peculiarità del bambino e della nostra famiglia.
Dovremo prima di tutto essere d’accordo sul presupposto del metodo Montessori che si fonda sul concetto chiave “aiutami a fare da solo”.

Se abbiamo letto abbastanza su questo metodo e ci sentiamo convinti di voler provare a creare un ambiente in questo stile si può essere fiduciosi che il proprio bambino si sentirà più libero nel suo spazio, avrà probabilmente un ritmo di apprendimento più veloce proprio perchè sperimenterà l’opzione di poter fare da solo molte delle azioni quotidiane senza sentirsi invaso costantemente dalla nostra “onnipresenza”

VEDIAMO ALCUNI SPUNTI PER ARREDARE IN QUESTO STILE

Nell’articolo precedente abbiamo già visto come arredare la cameretta per bambini senza troppi eccessi.
Oggi vedremo, in sintesi, come allestirla se vogliamo seguire i principi della metodologia Montessori.

– Letto: Il letto è uno degli elementi principali della camera dei bambini. Le camere arredate secondo il metodo Montessori dimenticano culle o lettini con le sbarre che rendono i bambini totalmente dipendenti dall’adulto quando vogliono muoversi. Per questo propongono letti a livello del suolo in modo che il bambino possa sdraiarsi e rialzarsi senza bisogno dell’aiuto di nessuno.

– Colori: i colori di una cameretta Montessori devono essere neutri, e devono favorire la tranquillità e l’armonia in quello spazio personalissimo in cui il bambino trascorrerà molte ore. L’uso del colore si deve concepire pensando a una migliore qualità del sonno per il neonato o il bambino.

– Mobili: I mobili di una stanza con decorazione Montessori devono avere una dimensione adatta al neonato o al bambino, il che significa che devono essere trasformati man mano che crescono. L’idea è che il bambino abbia tutte le sue cose a portata di mano e possa disporre l’ambiente e il gioco secondo la sua necessità.
I mobili devono consentire di creare un ordine facile da mantenere anche ai più piccolo (scaffali bassi, cassetti leggeri, tavolini e sedie che possano essere facilmente spostate)

– Pavimento: Il pavimento è particolarmente importante in una stanza Montessori, deve essere il più caldo possibile e libero da oggetti in modo che il bambino possa camminare a “piedi nudi” (meteo permettendo) per tutto il tempo che desidera.

 

– Giocattoli. I giocattoli devono essere alla portata dei bambini, senza che debbano chiedere a mamma o papà l’uno o l’altro giocattolo. La sperimentazione personale è la chiave dello sviluppo fisico e intellettuale del bambino ed è per questo che non dobbiamo ostacolare la loro curiosità.
La disposizione dei giochi deve seguire il loro interessi e le loro tappe di motricità, per avere interessi diversi è inutile riempire con 1000 giochini gli angoli della stanza, basterà disporre POCHI giochi che  vengono cambiati man mano che crescono. 

Ora che abbiamo stabilito una base per l’arredamento in stile Montessori per la cameretta del bambino, parliamo un po’ dei vantaggi di questo metodo dal punto di vista educativo.

⇒ Il metodo Montessori a casa riconosce i diversi modi di apprendere per cui stimola le capacità individuali di ogni bambino.

⇒ È strutturato attraverso l’autonomia e l’indipendenza. In questo modo, i bambini sviluppano il pensiero critico e l’apprendimento autoregolato.

⇒ Rende i bambini i protagonisti del processo di apprendimento. Questo diventa un processo attivo, in cui vengono stimolate la motivazione e la necessità di un apprendimento permanente.

⇒ Forma bambini creativi ed empatici, il metodo cerca di formare persone che facciano uso di tutte le loro capacità per trovare soluzioni innovative. Soluzioni che rispondono al loro ambiente e alle loro esigenze.

⇒ Stimola l’apprendimento collaborativo e cooperativo. Le relazioni sociali e il lavoro collaborativo sono elementi essenziali per un’istruzione completa.

Ottieni il 15% di sconto su tutti i mobili per bambini inserendo il codice promozionale

15-bambinitotem